Gen 032012
 

simbolo tossicoQuesto post è in realtà un appello e resterà in evidenza come primo articolo del sitlog fino a data da definirsi.

Tu fumi? Mi auguro di no per la tua salute, ma sia che tu sia fumatore attivo o passivo ti sarà certo capitato di vedere cosa c’è scritto sui pacchetti di sigarette. Messaggi come:

il fumo uccide

Il fumo nuoce
gravemente alla salute

fumare danneggia
gravemente
te e chi ti sta attorno

sono solo alcuni esempi.

Non sono qui a perorare una campagna contro il fumo, bensì contro la disinformazione dilagante sui nostri amici lapini.

Nessuno è perfetto, sì sa, e io purtroppo non conosco tutto lo scibile possibile sui conigli, ma per lo meno mi impegno a non diffondere informazioni deleterie, false e orribilmente sbagliate, per non danneggiare gravemente la salute dei coniglietti che vivono nelle nostre case.

Ho scoperto su Youtube il video di un ragazzino minorenne (per cui non posso citarlo), di cui non intendo né scrivere il titolo né mettere il link per non agevolarne l’indicizzazione da parte dei motori di ricerca, che in 4 minuti raccoglie una serie spaventosa di idiozie.

Dal parlare di sabbia per gatti come lettiera per i conigli (quando è tossica) al mimare le dimensioni della gabbia del suo coniglio (decisamente e drammaticamente troppo piccole); dall’affermare che per insegnare a un coniglio a fare i bisogni nella sua lettiera è necessario tenerlo rinchiuso in gabbia per 14 giorni (quando i conigli vanno tenuti liberi!), al dire che per addestrare / educare un coniglio, questi deve avere due mesi. Le baggianerie non si limitano a questo, ma non andrò oltre.

Io ti prego, sì, mi rivolgo proprio a te che stai leggendo, di aiutare me, le associazioni e chi di conigli ne sa qualcosa per esperienza, studi, ricerche e lavoro a combattere l’assurda ed enorme disinformazione che c’è sul mondo lapino, di diffondere i link dei siti web che SANNO di cosa stanno parlando, di promuovere le persone e le associazioni che si occupano del BENESSERE dei conigli e di boicottare, segnalare, denunciare, bandire tutti coloro che non impegnano neanche un briciolo del loro tempo e buon senso ad informarsi prima di scrivere, parlare o pubblicare un video.

Uniamo le nostre forze!

Grazie per la tua collaborazione.

 

Leggi anche:

  • Non ci sono articoli correlati

  4 Responses to “Attenzione! Alcune informazioni uccidono!”

Comments (4)
  1. Il problema della mala informazione, cara Flora, purtroppo tocca tantissime persone. Potrei dire che se il coniglietto viene acquistato in negozio o nei mercati e nelle fiere (come la grande maggioranza) è praticamente normale che il commerciante non sappia dare informazioni corrette. Incontrare un commerciante che davvero se ne intende è estremamente difficile e bisogna essere molto fortunati. Certo è che internet è una grandissima risorsa e fonte di informazioni e bisognerebbe prima navigare per bene in questo mare di informazioni e poi confrontare i risultati. Solo a questo punto, dopo aver selezionato le informazioni corrette, si può dire di aver capito bene cosa è “giusto” e cosa è “sbagliato”.

  2. anche io quando ho preso il mio primo cucciolo non ero molto informata, ma la maggior parte delle cose che bisogna sapere le sapevo e qualche volta mi sono resa anche conto che su alcuni argomenti ero stata informata male ma anche se credevo di aver appreso cose giuste non andavo a fare video su come tenere il proprio cucciolo anche perchè sapevo che avrei potuto sbagliare e non volevo danneggiare la salute di poveri cuccioli innocenti.

  3. Devo dire che io sono stata un po’ incosciente…la mia puzzoncella (Mirta) l’ho accolta senza la minima esitazione e senza la minima informazione. Però sono animali troppo belli e simpatici per non informarsi… e non penso che ci sia qualcuno che creda davvero a certe cose. Parlo per me, ma Mirta mi ha insegnato e spinto a poco a poco a soddisfare le sue esigenze (o, quantomeno, a provarci) e credo che più o meno tutti coloro che convivono con animaletti così sensibili, buffi e dolci prima o poi le informazioni giuste le vanno a cercare…e meno male che ci sono siti seri che le forniscono. Non penso che quel ragazzino (che io non ho visto) fosse in mala fede e secondo me, soprattutto a quell’età, sbagliando si impara. Se solo fosse possibile fornirgli le informazioni giuste…
    Ciao a tutti
    Simona

  4. Sono anni che mi sforzo di diffondere in ogni occasione le informazioni corrette e a volte ho proprio l’impressione di stare svuotando il mare con un cucchiaio: non tanto per l’ignoranza che si incontra quanto per l’incredulità delle persone con le quali parli, la riottosità a modificare la propria opinione e non solamente in chi ha conigli (per i quali un cambio di opinioni modificherebbe anche abitudini radicate) ma anche in chi non ne ha!
    Fortunatamente incontro anche persone il cui atteggiamento è diametralmente opposto e questo è un sollievo e un incoraggiamento!
    Sai che cosa è anche molto triste: un ragazzino come questo, evidentemente dotato di curiosità, spirito d’iniziativa, capacità di esprimersi e di padroneggiare i media, ben guidato e informato poteva fare una riuscita del tutto diversa.

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(obbligatorio)

(obbligatoria, ma non la vedrà nessuno)