Lug 162010
 

Anche in Italia, come saprai, si sta diffondendo l’usanza di regalare un coniglietto in occasione di compleanni, comunioni, cresime, e altre festività.
Peccato che spesso i coniglietti acquistati e regalati in dono si rivelino solo un regalo fugace, di cui le persone si occupano per poco tempo. Spesso vengono abbandonati o regalati a qualcun altro e passano di casa in casa.
Ci sono molte persone che comprano un coniglietto nel centro commerciale vicino a casa perché lo vedono in una piccola gabbietta di un negozio e si inteneriscono, ma non pensano veramente a un impegno a lungo termine e alle cure di cui l’animaletto ha bisogno.
I conigli possono vivere anche fino a 12-15 anni, ma devono essere nutriti e allevati correttamente, con amore, e richiedono attenzioni e cure come i cani e i gatti.
Un cuccioletto di coniglio diventa grande in poche settimane e quella di crescere è la sua prima colpa. Le persone acquistano il piccolino che fa tanta tenerezza e quando cresce lo trascurano, lo passano ad altri, come se fosse un libro che si può passare di mano in mano, o ancora peggio lo abbandonano.
Ora che siamo in estate, il problema si fa serio. Non solo cani e gatti; anche i coniglietti subiscono la tragedia dell’abbandono. La gente va in vacanza e non sa dove lasciare il suo coniglietto. Lo abbandona nel primo prato o campo che trova e siccome lui non è abituato a vivere in natura, perché è stato cresciuto per mesi in appartamento, se riesce a sopravvivere, riporta sicuramente una lunga serie di ferite.
Non sempre sono fisiche e visibili, spesso sono intime e nascoste.
Per fortuna molti coniglietti abbandonati vengono recuperati e salvati dai volontari pazienti e amorevoli delle associazioni distribuiti sul territorio e rimangono in queste grandi strutture per molto tempo prima di trovare una nuova famiglia che li adotti.
Eppure sono tante le strutture che offrono e garantiscono la loro disponibilità ad ospitare i nostri amici animali e li accolgono con noi quando andiamo in vacanza.
Esiste anche un portale dedicato, col quale si spera di ridurre il fenomeno degli abbandoni degli animali nel periodo estivo (il più colpito) ed è Turistia4zampe.it.
Ma non è certo un portale che ti mostra un’altra campagna pubblicitaria contro l’abbandono degli animali a evitare che anche il tuo cucciolo venga abbandonato.

Se sei su questo sitlog, 99 su 100 sei un’amante dei conigli e non ti sogneresti mai di abbandonare il tuo amico orecchiuto in qualche campo o in qualche prato prima di partire per le vacanze. Il problema però non è risolto!
Io sono qui per dimostrarti che il tuo coniglio non è solo un oggettino carino da mostrare agli amici quando vengono a trovarti, per poi sbarazzartene quando cala l’entusiasmo.
Il coniglio è una creatura meravigliosa, intelligente e di compagnia e ciascun coniglio ha la propria personalità.
I conigli possono essere addestrati e possono imparare cose semplici che ti permettono di poterli anche portare con te in vacanza, come venirti incontro quando li chiami, fare i bisogni nella loro cassettina, non rosicchiare i mobili e molto altro ancora!
Non perdere tempo! Comincia subito ad addestrare il tuo coniglietto e sarai libera di portarlo in vacanza con te o dovunque altro andrai senza preoccuparti che possa combinare disastri. Così vi potete anche divertire insieme e vedrai come ti si affezionerà e come ti riempira di affetto! Più affetto gli dimostri tu e più te ne restituisce lui in cambio!

In estate, quando hai più tempo a disposizione, perché non lavori o non sei a scuola, non abbandonare il tuo coniglio… Addestralo!

Leggi anche:

  2 Responses to “In estate, non abbandonare il tuo coniglio… Addestralo!”

Comments (2)
  1. Ciao,
    probabilmente il tuo piccolino sta dando i primi segnali di sviluppo sessuale, che nella maggior parte dei casi si traducono in marcature territoriali con feci e urine (fuori dalla cassetta dei bisogni).
    In questo senso, poiché la causa di questo comportamento sono gli ormoni, il clicker training può aiutare, così come altre tecniche, a ridurre un poco i fenomeni, ma non a risolvere la situazione.
    Al momento per il piccolo è ancora presto, ma tra 2/3 mesi lo sviluppo sarà completato e potrai farlo sterilizzare.
    Ti consiglio a tal proposito di guardare i video con le risposte del mese pubblicati qui sul sito nella sezione video, dove rispondo proprio a quesiti come il tuo e do anche spiegazione del perché la sterilizzazione è importante per l’animale e do alcuni consigli per arginare un poco il problema. ^_^
    In merito al rapporto peso-età… direi che il tuo coniglio è in salute!

    Ti suggerisco in ogni caso di fargli fare una visita veterinaria presso un medico veterinario competente in esotici, fondamentale nei primi giorni in cui si porta a casa il coniglio, e l’esame delle feci, essenziale per verificare la presenza o meno di coccidi nelle feci.
    Sarà poi il veterinario stesso a rassicurarti sullo stato di salute e l’età del coniglietto ed eventualmente potrai parlare con lui/lei anche della sterilizzazione 🙂

  2. Ciao,da poco ho un coniglietto testa di leone ,mi piacerebbe tanto poterlo addestrare, per il momento sto cercando di fargli fare i suoi bisogni nella lettiera,ogni volta che ci entra gli do un premio ma ho notato che e’ diventato come un gioco ,questo furbacchione non fa i suoi bisogni ,entra si becca il premio e esce poi va a fare i bisogni nella lettiera del cagnolino o in un altro angolo del pavimento ,come posso fare per fargli togliere questa brutta abitudine?
    Un altra domanda si puo risalire all età in base al peso ? Se si puoi aiutarmi il mio piccino pesa 660 gr. E Dovrebbe avere 3 mesi secondo te puo essere giusto?

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(obbligatorio)

(obbligatoria, ma non la vedrà nessuno)