Feb 082011
 

Il metodo del clicker è senz’altro straordinario per educare ed addestrare il tuo coniglio, ma, come sai, implica l’uso del cibo, come ricompensa. Il risultato può a volte essere così rapido e, in un certo senso, “magico” che, se da un lato porta il coniglio a divertirsi moltissimo e quindi a cooperare serenamente e avidamente nell’addestramento, dall’altro, può legittimare te ad eccedere con le ricompense. Esagerare in questo caso può anche causare disturbi di obesità nel coniglio e in rari casi anche conseguenze ben più gravi se ad esso viene somministrato un cibo nuovo improvvisamente e tutto in una volta. Il modo migliore di utilizzare il cibo come ricompensa  nell’addestramento del coniglio è quello di dosare tutto: devi misurare abbastanza precisamente le dosi di pellets, di frutta, di ortaggi e di ciò che vuoi usare come specifiche ricompense (magari per premiare risultati particolarmente eccellenti), in modo da calibrare nella maniera ottimale ciò che il coniglio mangia durante il giorno e il fabbisogno giornaliero degli elementi di cui ha bisogno.

In questo modo, quando esaurirai le dosi di bocconcini golosi che avrai preparato per la sessione di addestramento giornaliera, saprai che per quel giorno la sessione è finita (oltre a suggerirtelo il tuo conigliotto con precisi atteggiamenti di rifiuto e allontanamento, eventualmente).

Così facendo, potrai sempre essere certa/o che il tuo piccolo amico non riceva più cibo del dovuto. Qualunque cosa non userai come ricompensa durante l’addestramento, perché sarà di avanzo (il coniglio può decidere di concludere la sessione prima che tu finisca le ricompense), potrai sempre dargliela all’ora della pappa. Se invece un giorno non c’è alcuna sessione di addestramento, gli darai da mangiare la normale quantità di ortaggi e verdure di sempre, ma non aggiungerai anche le piccole leccornie che normalmente usi in fase di addestramento. Il coniglio non deve mai ricevere ricompense “gratis”. Deve meritarsele. Il che non significa ovviamente che non devi dargli da mangiare, ci mancherebbe altro! Semplicemente, se un giorno non c’è stata la sessione di addestramento, riceverà solo il suo solito bel mix di carotine, finocchietti, insalatina, e cavolfiori (per esempio), ma niente pellets, uvette o fettine di banana.

Non fargli mai mancare il fieno, per nessun motivo e in nessun momento, non mi stancherò mai di ripeterlo. Non devi mai e poi mai affamare il coniglio, in modo che sia più propenso a sottoporsi alle sedute di addestramento.

Ricorda che il tratto digestivo del coniglio deve essere sempre attivo e in azione, in qualunque momento: ecco perché il fieno deve sempre essere a disposizione nella sua gabbia.

Eccoti un breve elenco di alimenti totalmente salutari che puoi utilizzare come ricompense durante il clicker training e le relative dosi consigliate:


Ortaggi freschi (circa 150 gr per ogni chilo di peso del coniglio):

  • Carote (al massimo 10 cm al giorno)
  • Cime di carota, bietole e radici
  • Sedano
  • Senape
  • Cilantro (o Coriandolo, o Prezzemolo Cinese)
  • Trifoglio
  • Dente di leone (fiori e foglie)
  • Prezzemolo
  • Cavoletti di Bruxelles
  • Peperoni verdi (no semi e piccioli)
  • Broccoli (foglie e gambi)
  • Alfalfa (radici e germogli)
  • Lattuga romana (meglio evitare l’insalata iceberg o “ghiaccia”)
  • Pellets (giusto due cucchiaini al giorno)

Accettabili in piccole quantità:

Uvetta (max 5 chicchi)

Frutta fresca (qualche pezzetto ogni tanto):

  • Mele
  • Banane
  • Pesche
  • Uva (un paio di acini al massimo, perché è molto zuccherina, e senza semi)
  • Fragole
  • Lamponi
  • Mirtilli
  • Meloni
  • Scorze di arancia/mandarini (rigorosamente lavate con disinfettante alimentare – meglio se ne conosci l’origine, per esempio dal frutteto del nonno)
  • Spinaci
  • Cavolo verde
  • Frumento

Evita sempre:

  • Crackers e biscotti, anche se sono senza zucchero
  • Alimenti che contengono carne (il coniglio è strettamente erbivoro!
  • Semi (anche quelli della merla), noci, nocciole, arachidi e frutta secca in generale
  • Granaglie
  • Cioccolata
  • Cereali per la colazione ricchi di zuccheri
  • Piselli
  • Patate
  • Mais
  • Stuzzichini e snack che trovi nei negozi di animali (troppo grassi e zuccherini e talvolta pericolosi per la digestione e la masticazione del coniglio)

Buon addestramento!

Leggi anche:

  6 Responses to “Piccola guida alle dosi per le ricompense nell’addestramento del coniglio nano”

Comments (6)
  1. Mangime pellettato di buona qualità come Oxbow, Bunny, Pincky Dalla Grana o Cuni Complete della Versele Laga.
    Trifoglio, dente di leone (o tarassaco), erba medica, erbe essiccate aromatiche, diverse dal fieno tradizionale.
    Sono tutti premietti che puoi offrire tranquillamente.
    Puoi anche provare con dei micro pezzettini di verdura o frutta essiccata.

  2. Ciao! La mia coniglietta non ha ancora due mesi, il ragazzo dell’allevamento ha detto che era stata allontanata dalla mamma che la stressava. Essendo ancora presto per la verdura, cosa le posso dare come premio? Gli “snack” tipo alla carota in negozio ho visto che sono troppo grandi per lei… Grazie!

  3. Cara Giulia,
    il fatto è che la coniglietta non pensa che siate un gioco e quindi vuole mordervi. Vi attacca se infilate le mani nella sua gabbia, perché quello è il suo territorio sacro. I conigli sono animali molto territoriali e violare il loro territorio è molto “rischioso” 🙂
    Capita che questa territorialità rimanga anche dopo che vengono sterilizzati, ma prima della sterilizzazione è qualcosa di estremamente accentuato.
    Tutto normale quindi.

  4. Ho una coniglietta di nome Ruffi che quando è fuori dalla gabbia è molto brava ma quandoma quando entra dentro non puoi toccare le sue cose perchè Crede che tu sia un gioco e tenta di morsicarti

  5. Ciao Ester,
    il clicker si trova nei negozi per animali oppure online negli shop dedicati agli animali come zooplus, di cui trovi il banner pubblicitario anche qui a destra nel sito (in basso). Ha un costo molto basso, anche se ci sono alcuni modelli più sofisticati e costosi: in media sta sotto i 5 euro.
    La tua coniglietta è già grandicella, puoi già darle le verdure. Se però non le ha mai mangiate, introducile gradualmente, a piccole quantità e piccoli pezzetti, in modo da verificare se magari le fanno fare feci troppo molli. In quel caso, riduci le dimensioni e/o le quantità e mischiale nel fieno. Piano piano non avrà più problemi. In linea di massima comunque, dato che è già grandina, non dovrebbe manifestare reazioni strane 😉

  6. Ciao, ho appena preso una coniglietta di sei mesi e avrei due domande: la prima è dove si può comprare il ,marcatore; la seconda se posso già iniziare a dargli verdure fresche. GRazie 🙂

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(obbligatorio)

(obbligatoria, ma non la vedrà nessuno)