Set 232013
 

 

serra_invernale_conigli

Girovagavo per centri commerciali dedicati al fai da te e agli articoli per la casa in cerca di mobili da interni, quando mi sono imbattuta in questa carinissima serra montata, offerta in promozione.

All’istante ho avuto un flash e un’immagine mi si è formata nella testa.

Immagina un giardino, o un terrazzo, o un portico.
Immagina di avere un coniglio già abituato alle basse temperature e a stare all’aperto anche nel periodo invernale.
Immagina di vivere in un posto “non a rischio“: niente campagna, bosco o foresta da cui possano provenire volpi, faine, donnole, lupi, uccelli rapaci.
Immagina una serra come questa nella foto e aggiungici una cuccia in legno con dentro una cuccetta imbottita.
Immagina qualche gioco sparso per terra nella serra, fuori dalla cuccia: un tunnel, una scaletta in legno o di scatole, un cesto di vimini.
Immagina una mangiatoia bella fornita di fieno appesa a una parete e un beverino con dell’acqua fresca.
E poi immagina il tuo coniglietto qui dentro.

Cosa ne pensi di questo quadretto?

blocchi pavimento plastica giardino esterniCerto, il tuo coniglio non deve essere uno scavatore provetto, altrimenti evaderebbe da sotto la serra. Potresti ovviare a questo inconveniente pavimentando la serra con quei blocchi in plastica che si trovano nei centri di bricolage e giardinaggio (da affondare bene nel terreno affinché le zampette del coniglio restino a contatto con l’erba morbida!).
Inoltre non deve essere un rosicchiatore accanito, altrimenti dovresti per forza cintare la serra internamente con una rete metallica.
Tuttavia, nel vederla, mi è subito venuto in mente che potrebbe essere un buon surrogato di un recinto fisso o di una conigliera in legno. Senz’altro più economica e più facilmente trasportabile, offre ugualmente un buon riparo nelle giornate invernali.
Certo, non la userei di notte magari, più che altro per ragioni di sicurezza, ma giusto per far trascorrere al coniglio giornate all’aperto, a brucare l’erbetta, senza troppe preoccupazioni.
Durante le commissioni, durante la scuola o il lavoro, o durante le tue faccende domestiche.
Dalle finestre di casa potresti sempre dare un’occhiata fuori e vedere se il peloso sta bene e se ha bisogno di qualcosa.
Se sei fuori casa per qualche ora, puoi fidarti a lasciarlo nella serra, perché è impermeabile, perciò anche se piove o nevica il coniglio non si bagna.
Posizionando una cuccia in legno, offriresti una tana al tuo coniglio, che potrebbe rifugiarsi o nascondersi quando lo volesse o ne sentisse la necessità. Con una coperta nella cuccia, o un cuscino imbottito, potrebbe addirittura passarci la notte o l’inverno intero! Con l’erba a disposizione, il fieno, l’acqua e qualche gioco potresti tranquillamente considerare una serra come questa un’alternativa più gestibile ed accessibile alle conigliere in legno o ai recinti.

conigliera in legno con recintoDevo precisare che è, per forza di cose (almeno se la prendi senza effettuare alcuna modifica), meno sicura di un recinto o una conigliera come quella che vedi nella foto qui a sinistra, ma come playpen da esterno temporaneo può benissimo funzionare!

Questi tipi di serre sono progettati per gli esterni, per riparare le piante dal freddo, dal vento e creare all’interno il microclima adatto a preservarle fino alla primavera successiva.

E’ chiaro che nelle giornate di sole, anche se invernali, la temperatura interna sale di molto, perché il telo trasparente lascia penetrare la luce e il calore e, sebbene sia aperta al di sotto e abbia delle finestrine apribili e quindi lasci traspirare l’aria, potrebbe farsi della condensa all’interno. Per questo ti suggerisco, nel caso volessi provare a usarla, di adoperarla esclusivamente nel periodo più freddo (da dicembre a fine febbraio) e di tenere comunque sempre sotto controllo il microclima interno.

Fammi sapere cosa ne pensi, se trovi questa proposta utile oppure se la ritieni una gran cavolata.
Devo ammettere che è la prima volta che scrivo di una cosa non testata personalmente, ma mi sono immaginata nella situazione e ho pensato che per Yogurt una serra di questo tipo potrebbe anche funzionare. 🙂

D’altra parte, non avendola provata in prima persona non sono qui a consigliartela o raccomandartela. Sto solo facendo una proposta per vedere cosa ne pensi, se potrebbe risultare utile oppure no. 

Aspetto i tuoi commenti qui sul sito, su Facebook alla pagina di AddestrareConigli oppure via mail! E se trovi interessante questo articolo, condividilo con i tuoi amici nel tuo social preferito!

Come sempre, auguro a te e al tuo coniglietto ogni bene 🙂

 

Leggi anche:

  One Response to “…E se mettessi il coniglio in una serra?”

Comments (1)

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(obbligatorio)

(obbligatoria, ma non la vedrà nessuno)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Anche per il 2019 Addestrare Conigli ha pensato di accompagnarti
per tutte le 52 settimane del nuovo anno con l'AGENDA 2019
e per tutti i 12 mesi con il CALENDARIO !
Agenda in formato 22×17,  20 euro.
ESAURITO Calendario a parete, formato A4, 10 euro. ESAURITO
Ordina le tue copie a [email protected]
L’intero ricavato sarà destinato alla gestione e al mantenimento del Santuario di Yogurt. 

Agenda e calendario 2019

Popups Powered By : XYZScripts.com