Feb 102015
 

 

feci ben formate di un coniglio sano

I conigli producono centinaia di palline di feci al giorno. Poiché la loro dieta è prettamente erbivora, ingeriscono una quantità enorme di fibre e poiché il loro apparato digerente richiede di essere tenuto costantemente in funzione per una corretta motilità intestinale e scongiurare eventuali blocchi, devono mangiare in continuazione. Ecco perché si raccomanda di rendere disponibile il fieno disponibile h24 (le verdure invece possono essere offerte, nelle quantità consone al peso dell’animale, una o più volte al giorno).

Un coniglio sano, con una dieta sana a base di fieno essiccato o erba e vegetali nelle giuste quantità, produce decine e decine di palline ben formate, secche e inodori.

Alla vista appaiono sferiche o leggermente ovalizzate, di un marrone scuro e di dimensioni medio grandi; al tatto risultano secche e asciutte. Rompendole dovrebbero sbriciolarsi leggermente, come un pezzo di segatura compresso, e mostrare piccoli pezzettini di fieno secco al loro interno.

ciecotrofo del coniglio vs feci ben formate

ciecotrofo (a sinistra e in alto) a confronto con feci ben formate (in basso a destra)

Tutto ciò che risulta diverso da questo tipo di feci, indica uno stato di alterazione nella salute o nel benessere dell’animale (esclusi i ciecotrofi, evacuazioni che non sono propriamente feci, ma che fuoriescono sempre dall’ano dell’animale, che il coniglio dovrebbe prelevare direttamente senza che nemmeno ce ne accorgiamo. Si tratta di agglomerati mollicci ricchissimi di vitamine e nutrienti che non sono stati assimilati nella prima digestione del coniglio e che l’animale preleva prima che vengano contaminati dai batteri presenti nell’ambiente per poter assimilare una serie di sostanze ricche e utili alla sua salute).

Per varie circostanze tuttavia potrebbe capitarti di trovare feci mal formate fatte dal tuo coniglio ed è importante capire cosa le ha causate ed eventualmente ricorrere a una visita veterinaria per qualche accertamento o per eventuali terapie da effettuare per riportare la situazione alla normalità. Vediamo insieme cosa può alterare le feci del tuo coniglio e quindi la sua salute e il suo benessere:

1) Alimentazione

L’alimentazione è sempre la prima causa da considerare. Le feci possono diventare troppo morbide, se non addirittura mollicce o diarrea, se il coniglio ha mangiato:

  • qualcosa di tossico
  • verdure o vegetali avariati, marciti
  • verdure o vegetali troppo freddi, senza essere abituato
  • verdure o vegetali molto bagnati, senza essere abituato
  • alimenti non appropriati alla sua alimentazione (carboidrati, dolciumi, frutta secca o altro non previsto nella corretta dieta del coniglio)
  • alimenti contenenti additivi particolari
  • verdure o vegetali particolari a cui può essere intollerante o che non è abituato a mangiare. Capita infatti che durante i cambi di alimentazione, dove si passa da un regime dietetico a base di alimenti secchi e confezionati a uno basato su prodotti freschi, il coniglio non tolleri bene un particolare tipo di ortaggio o la quantità in cui gli viene offerto. Dai un’occhiata all’articolo su come vanno affrontati i cambi di alimentazione linkato qua sopra per ulteriori approfondimenti.
  • qualche sostanza disciolta nell’acqua che può avergli dato fastidio.

 2) La muta

I conigli dovrebbero fare la muta due volte all’anno, nel passaggio dalla stagione fredda a quella calda (per togliere il pelo folto dell’inverno e mettere quello più leggero e rado più adatto al caldo estivo) e nel passaggio dalla stagione calda a quella fredda (per infoltire la pelliccia che servirà a passare meglio l’inverno). Ahimè, i mutamenti climatici e i vari problemi legati all’ambiente hanno portato a una sorta di livellamento del clima durante tutto l’anno, che quindi disorienta un po’ la bussola dei conigli, i quali tendono ormai a fare la muta durante tutto l’anno.

feci con pelo2Passando ore a leccarsi e lisciarsi il pelo, per pulizia e igiene, ma anche per coprire eventuali odori che potrebbero esporlo ai predatori, il coniglio rischia di ingerire una discreta quantità del proprio pelo, che però, così com’è entrata, dovrà anche trovare il modo di uscire. L’unico modo di espellere tutti questi peli è attraverso le feci. Per questo potrà capitarti di trovare delle palline unite tra loro da fili, come una catenella.

Questo fa parte della norma, ma qualora il coniglio dovesse ingerire troppi peli, potrebbero formarsi dei grumi o degli appallottolamenti nello stomaco o nell’intestino che impedirebbero al cibo di proseguire dall’esofago all’ano e di essere espulso. Ecco sopraggiungere il tanto temuto blocco intestinale!

Puoi cercare di ovviare a questo problema spazzolando regolarmente il coniglio, per togliere i peli in eccesso, e tenendo puliti e in ordine il suo alloggio e i suoi accessori.

ananasIl gambo dell’ananas è ricco di fibre e di sostanze che favoriscono la peristalsi e che aiutano quindi a prevenire i blocchi intestinali.

Fatti consigliare anche dal tuo veterinario esotico di fiducia su eventuali integratori che possano agevolare i periodi di muta più intensa del tuo coniglio.

Ricorda infine che la perdita di pelo nel coniglio non avviene solo durante la muta, ma anche in condizioni di stress particolari (visite veterinarie, inserimenti, spostamenti o cambiamenti, ecc), perciò tienilo sotto controllo e cerca di evitargli situazioni che possano provocargli squilibri emozionali, in modo da ridurre le probabilità di blocco intestinale.

3) Patologie particolari

Per mille motivi anche non legati all’alimentazione il coniglio potrebbe produrre feci non regolari e mal formate.

  • Potrebbe aver preso freddo, senza essere abituato.
  • Potrebbe aver contratto un virus tramite alcuni alimenti o durante una delle sue esplorazioni con la lingua che è poi arrivato al tratto intestinale.
  • Potrebbe essere affetto da una patologia gastroenterica

In ogni caso, se la situazione non ti sembra grave, ovvero le feci sono un po’ mollicce, ma senza trattarsi di diarrea, puoi provare a risolvere la situazione temporeggiando e cambiando drasticamente la sua alimentazione: 12/24 ore a solo fieno dovrebbero ripristinare la flora intestinale e riportare il coniglio a produrre feci ben formate.

Nel frattempo cerca di pensare a quale possa essere stata la causa di quella cacca molle per evitare che accada ancora ed eventualmente fai delle prove: per esempio, se sospetti che il motivo possa essere un tipo di ortaggio che gli hai offerto nel pasto precedente, prova a evitarlo nel pasto successivo e vedi cosa succede.

Se invece il coniglio è in diarrea, portalo immediatamente dal veterinario (esperto in esotici), per una visita approfondita e accertamenti più accurati: la diarrea nei conigli porta molto rapidamente a disidratazione, quindi è necessario intervenire in tempo, per scongiurare esiti spiacevoli o fatali.

 

 

 

Leggi anche:

  20 Responses to “Perché il coniglio fa la cacca molle?”

Comments (20)
  1. Salve, ho comprato un coniglietto nano 3 giorni fa, gli ho dato una sola foglia d’insalata(nn da frigo),ieri era vispo e le feci erano composte ma morbide, oggi non ha mangiato, beve molto e le feci sono mucose,ed è molto statico. Ho tel al veterinario che ha detto che se non migliora entro domani lo devo portare. Che mi potete consigliare? Sono molto preoccupata… ho una bimba di 5 anni e non vorrei farle perdere il suo nuovo amico! Purtroppo domattina lavoro e non vorrei rincasare e avere una spiacevole sorpresa….

  2. Caro Roberto, mi spiace rispondere dopo tanto tempo dal suo messaggio.
    Sicuramente il coniglio è stato in buone mani grazie al lavoro del veterinario. Probabilmente era stato influenzato dal cambio di ambiente che gli ha procurato un bel blocco intestinale. Mi auguro che con le terapie somministrate immediatamente si sia ripreso e oggi sia un bel coniglio felice e perfettamente ambientato.

  3. Buongiorno,
    ho acquistato un ariete nano fulvo di circa 2 mesi e mezzo/ 3, due giorni fa da un allevatore, da quando l’ho portato a casa non ha mangiato e defecato, era triste e super diffidente, ieri mattina e ieri sera l’ho alimentato con il critical care e ho somministrato (dopo aver consultato il veterinario) il motilex, sembra aver ripreso le sue funzioni, stamattina ho trovato feci molto odorose non delle stesse dimensioni e bagnaticce, ieri sera dopo il critical care ha bevuto un po’ di acqua e sgranocchiato pochissimo fieno…da una parte sono tranquillo perchè si è sbloccato, però non mangia i pellets mangia poco fieno, però se gli propongo tarassaco o verdura li mangia volentieri…secondo voi cosa dovrei fare? devo preoccuparmi? grazie Roberto

  4. Ciao Luigi, intanto per prima cosa sarebbe utile sapere se il tuo coniglietto è già sterilizzato o meno, perché se lo è e lascia in giro i suoi bisogni allora può esserci bisogno di una rieducazione comportamentale, mentre se non è sterilizzato e lascia in giro i suoi bisogni può essere assolutamente normale.
    Ad ogni modo, puoi provare a raccogliere i bisogni che lascia fuori dalla lettiera e metterglieli dentro alla lettiera, per marcarla con il suo odore. Se si tratta di feci, bastano una scopina e una paletta. Se si tratta di urina puoi raccoglierla con della carta assorbente e metterla in lettiera, magari coperta appena appena dal materiale della lettiera (tipicamente il pellet).
    Un’altra buona cosa che puoi fare è premiare il tuo coniglio ogni volta che ha una qualsiasi interazione positiva con la lettiera: la guarda, la sfiora, ci entra, la usa… ecc…
    Parti però dal presupposto che se non è sterilizzato, come ti dicevo, c’è poca rieducazione comportamentale che tenga, perché in quel caso entrano in gioco gli ormoni.

  5. Come si procede ad insegnare a fare la cacca nella gabbietta invece che in giro per casa?
    Grazie

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(obbligatorio)

(obbligatoria, ma non la vedrà nessuno)