Sintomi di malessere

 
Come faccio a capire se il mio coniglio non sta bene?

Sono in molti a chiederselo e a chiedermelo.
Come per moltissimi altri aspetti che riguardano il coniglio, il modo migliore per accorgersi se il tuo piccolo amico non sta bene è osservarlo.
Più conosci il tuo coniglio, più sei in grado di riconoscere comportamenti anomali, che sono spesso indice di una sofferenza e di un malessere.

Non tutti i malesseri devono farti prendere dalla disperazione: ci sono malesseri che possono essere gestiti e curati anche da te, senza dover per forza richiedere una visita veterinaria. E’ il caso di una leggera diarrea, causata per esempio da un’alimentazione sbagliata.

Alcuni malesseri tuttavia richiedono l’intervento del veterinario per essere risolti e ricorda che il tempismo in certi casi può significare la salvezza per il tuo coniglio!

Più lo conosci, più sei abile a riconoscere variazioni di umore e di comportamento e più in fretta puoi accorgerti che il coniglio non sta bene. Prima lo porti dal veterinario, maggiori sono le probabilità che il coniglio guarisca.

Dati fisiologici

La temperatura rettale del coniglio va dai 38 ai 40° C circa.

I battiti cardiaci vanno dai 180 ai 250 al minuto.

 

Devi rivolgerti subito a un veterinario esperto in animali esotici se noti uno o più di questi sintomi:
  • perdita di appetito (il coniglio mangia molto meno o smette di mangiare del tutto)
  • apatia (il coniglio non manifesta interessi, non è attivo, resta in disparte, con le orecchie abbassate)
  • occhi sbarrati
  • immobilità (se il coniglio non si muove) o difficoltà a deambulare (zoppicamento)
  • torcicollo (se il coniglio tiene la testa inclinata da un lato: potrebbe trattarsi di encefalitozoonosi)
  • feci molli – diarrea / assenza di feci / difficoltà di defecazione (non confondere però diarrea e feci molli con i ciecotrofi, palline di feci a gruppetti, un po’ più molli delle palline normali, che il coniglio mangia solitamente direttamente dall’ano, molto ricchi di vitamine)
  • difficoltà ad urinare
  • respiro affaticato
  • perdita di sangue
  • noduli, gonfiori o protuberanze/escrescenze (molto comuni nei conigli sono gli ascessi)
  • eccessiva salivazione
  • digrignamento dei denti
  • tremori
  • lacrimazione
  • scolo nasale o oculare
  • starnuti
  • pancia gonfia o dura
  • eccessivo abbassamento/innalzamento della temperatura corporea

Se vuoi saperne di più sulle malattie tipiche che possono colpire il coniglio, ti invito a leggere le pagine ad esse dedicate.

 

 

  29 Responses to “Sintomi di malessere”

Comments (29)
  1. Ciao Anita, è molto strano che un maschio abbia questo comportamento.
    E’ inequivocabilmente sicuro che sia maschio?
    Normalmente è un comportamento che hanno le femmine quando sono in gravidanza o in pseudogravidanza e il pelo serve loro per costruire il nido per i piccolini.
    Inoltre è strano che lo strappi dalla zampa e dalla coda.
    E’ certo che lo strappi? Non è che magari lo sta perdendo per la muta o per qualche patologia medica o comportamentale? Consiglio visita veterinaria per accertamenti.

  2. Ciao volevo sapere come mai il mio coniglio si è strappato(almeno credo) tutto il pelo dalla zampa e sta iniziando anche la coda,ha un anno e mezzo,maschio…quale potrebbe la causa?

  3. Cara Benedetta, come dico sempre, il monitoraggio dei commenti sul sito non è sincrono e il rischio è che passi anche molto tempo prima che io possa rispondere.
    In circostanze come quella da te descritta io consiglio sempre un giretto dal proprio veterinario di fiducia, per accertarsi che non vi sia nulla di medico dietro al comportamento anomalo riscontrato.
    E’ trascorso parecchio tempo da quando hai scritto. Come si è evoluta la situazione?
    Se ti va, fammi sapere!

  4. Ciao non so cosa abbia il mio coniglio….. E bravissimo e dolcissimo mi lecca di continuo ma sono due/tre giorni che non esce dalla gabbia e se lo metto io fuori sta fermo immobile e poi rientra quasi subito!!!! I primi giorni non faceva cosi non so come mai mangia tanto e beve tanto.
    Grazie

  5. Cara Lina, come scritto più volte in precedenza, non essendo veterinaria, non posso fare diagnosi o dare indicazioni terapeutiche mediche.
    Quando un animale non sta bene va immediatamente portato dal veterinario.
    Nel caso di un coniglio, non da un veterinario qualunque, ma da un buon veterinario esperto in esotici.
    Tra l’altro le risposte ai commenti sul sito non sono sincrone, in diretta, quindi il rischio è che passi anche molto tempo prima che risponda e nel caso di malesseri essere tempestivi è tutto.
    Come stai il coniglio?

  6. Cara Giovanna, come scritto più volte in precedenza, non essendo veterinaria, non posso fare diagnosi o dare indicazioni terapeutiche mediche.
    Quando un animale non sta bene va immediatamente portato dal veterinario.
    Nel caso di un coniglio, non da un veterinario qualunque, ma da un buon veterinario esperto in esotici.
    Tra l’altro le risposte ai commenti sul sito non sono sincrone, in diretta, quindi il rischio è che passi anche molto tempo prima che risponda e nel caso di malesseri essere tempestivi è tutto.
    Come stai il coniglio?

  7. Il mio coniglio nn è diciamo svelto come gli altri giorni nn riesce a camminare bene e ha le orecchie alzate e la pancia un po’ gonfia cosa faccio?

  8. Cosa posso fare se il mio coniglietto è diventato apatico all’improvviso. Sta male? Come posso aiutarlo?

  9. Cara Syria, non essendo veterinaria, non posso risponderle in maniera competente.
    Dovrebbe rivolgersi nuovamente al veterinario per capire se può trattarsi di una ricaduta o una particolare reazione al vaccino, anche se di norma non ne hanno e quando ci sono si tratta di dermatiti localizzate e di lieve entità.
    Potrebbe avere dei problemi con la lettiera o con il fieno, se sono troppo polverosi. Che tipo di lettiera usa? Pellet o segatura, o altro?
    Anche alcuni detergenti per la pulizia della casa potrebbero creare qualche fastidio.
    Prediliga detergenti a base vegetale, ecologici, in modo da recare il minor disturbo possibile al piccolo.

  10. Salve! Due settimane fa circa ho portato uno dei miei di coniglietti dal veterinario, perché notavo che starnutiva spesso. Il vet, ha escluso qualsiasi tipo di problema respiratorio, e infatti la mia piccolina era calda, aveva la febbre! Per quattro giorni mi ha dato delle punturine da farle. Tutto bene. Dopo aver fatto anche il richiamo del vaccino, ha iniziato a starnutire nuovamente, ma non spesso come prima e non la sento calda… potrebbe essere una ricaduta? O qualcosa di più grave?

  11. E’ probabile che sia in corso un blocco intestinale. Consiglio una visita urgente (ancora in mattinata se possibile) presso un veterinario esperto in esotici.

  12. La mattina era molto vispo, quasi incontenibile, al ritorno dal lavoro ho notato che era in uno stato di apatia,come,se avesse febbre. Comportamento diverso anche con il cibo che gli ho messo la mattina dopo: pazzo per il pellett ,gli si e’ avvicinato con molta “calma”e i tempi per finirlo sono stati doppi. E’ un coniglietto nano di due mesi. Puoi indicarmi cosa fare?Premetto che questo suo comportamento l’ho notato da ieri sera. Grazie!

  13. Ciao Chiara, com’è andata la visita dal veterinario?

  14. Il mio coniglietto nano ariete di 2 mesi fa spesso feci molli, perlopiù raggruppate ma a volte anche singole pallette e ha gli occhi sbarrati spesso, soprattutto quando mi lecca. Devo portarlo dal veterinario l’8, ma per ora c’è da preoccuparsi?

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(obbligatorio)

(obbligatoria, ma non la vedrà nessuno)