Perché addestrare un coniglio

 

Ti stai chiedendo perché mai dovresti addestrare il tuo coniglio?
Mi sembra già di sentirti dire: “Non è mica un cane! Cos’è Romy, vuoi che trasformi il mio coniglietto in un coniglio da guardia?”
In effetti, non posso dirti che grazie ai metodi che ti insegnerò potrai far diventare il tuo simpatico coniglio un body-(bunny)guard, che ti difenda dai ladri, dagli intrusi e dagli estranei, anche se bisogna ammettere che quando ti morde un coniglio l’esperienza non è proprio così piacevole e le differenze con un cane non sono poi così grosse.
I conigli sono senz’altro animaletti graziosi, soffici e simpatici! A volte si comportano in modo bizzarro e sembrano un po’ sciocchi; certamente sono pieni di energia ma, se lasciati in totale libertà, combinano un sacco di guai.
Bene, è anche per evitare che il tuo coniglio continui a combinare grosse marachelle che puoi addestrarlo.
Non saresti più contenta se smettesse di rosicchiare il cavo del tuo carica cellulare? O quello della lavatrice?
Non so tu, ma io ho avuto grossi problemi col cavo della lavatrice! Il mio Yogurt (quello che vedi nella fotografia nella pagina di Benvenuto) adorava il cavo della lavatrice: bello corposo, succulento, pieno di rame (i conigli vanno matti per il rame!). Ho dovuto cambiarlo ben due volte!
Se avessi saputo prima delle tecniche per addestrare il mio coniglio a non rosicchiarmi il cavo della lavatrice mi sarei risparmiata certamente le spese per la sostituzione e sicuramente anche dei begli spaventi (non è bello che il coniglio rischi di prendersi la scossa ogni volta; e poi una volta potrebbe anche essere l’ultima!).
Ma restando anche solo sul piano educativo, non ti piacerebbe che invece di disseminare per casa le sue bagoline le facesse solo nella sua cassettina?
E non sarebbe una meraviglia se quando lo chiami ti venisse incontro, senza dover perdere mezz’ora a cercare di stanarlo da dietro la lavatrice (ci risiamo! Yoghy si incastrava spesso dietro la lavatrice… ci andava per rosicchiare il famoso cavo)?

In realtà ci sono un mucchio di cose che puoi insegnare al tuo coniglio!
Siamo abituati ad addestrare i cani e per questo li riteniamo animali intelligenti.
Eppure anche i conigli lo sono. Sono più intelligenti di quanto si possa pensare e possono essere addestrati.
Per esempio ad essere ben educati e socievoli (e quindi anche con più chance di essere adottati), a divertirsi tra di loro, insieme a te o ai tuoi figli e a imparare alcuni trucchi che possono renderti la vita più facile.
Il tuo niglio ti fa disperare quando devi tagliargli le unghiette?
Riesci a spazzolarlo con facilità o lui cerca di sfuggire a queste “cure”?
Queste cose gliele puoi insegnare! E lui, che è intelligente, le può imparare!
Vivi in appartamento e non hai un giardino o un cortile in cui il tuo coniglio possa fare un po’ di movimento? Non è un grosso problema!
Con le tecniche di addestramento che imparerai su questo sitlog ti prometto che riuscirai a ricreare una fantastica e divertente palestra per il tuo amico peloso.
Dopo tutto, gli fa bene un po’ d’allenamento!
E sai qual è il miglior risultato che puoi ottenere addestrando il tuo coniglio?

Che lui sarà più felice e con aspettative di vita maggiori.

Perché dovresti lasciarlo in gabbia ad annoiarsi, quando potresti farlo divertire in modo totalmente sano, naturale e interessante?
Quando scoprirai i giochi che puoi insegnargli e i modi per divertirvi insieme, non vedrai l’ora di tornare a casa dal lavoro o da scuola per farlo uscire dalla sua gabbia e giocare con lui. E per lui sarà lo stesso. E ti ricambierà con un affetto smodato e sincero.

Cosa stai aspettando? Comincia subito ad addestrare il tuo coniglio e a renderlo immensamente felice, sano e amabile.

  98 Responses to “Perché addestrare un coniglio”

Comments (98)
  1. Cara Elisa, due sono i migliori consigli che posso darle: il primo, di proteggere il divano e il mobilio preso di mira dalla coniglietta con delle traversine assorbenti, in modo che se anche vi urina sopra non sporchi appunto gli arredi e il secondo, ma forse più importante, di consultare un veterinario esperto in esotici per discutere della sterilizzazione, per una femmina estremamente importante per quanto riguarda la salute e che avrebbe anche come benefico effetto quello di ridurre (fino a eliminare in molti casi) le marcature territoriali.

  2. Buongiorno,
    innanzitutto la ringrazio per i preziosi consigli che regala. Sono alla prima esperienza con una coniglietta nana di ormai 3 mesi e mezzo, all’inizio è stato difficile capirla perchè ero abituata ad un gatto.
    é dolcissima, in particolare legatissima a me. Mi segue sempre, mi si sdraia accanto quando sono sul divano e resta appoggiata al mio piede quando sono seduta a tavola a studiare. Passo con lei molto tempo, coccolandola e giocando. Il problema più grande che ho è che, purtroppo, si ostina a far i bisogni sul divano (soprattutto quando resta sola o quando do attenzioni al mio compagno), ultimamente sembra anche aver cominciato a marcare (ma immagino sia dovuto allo sviluppo sessuale, che forse comincia?). Vorrei lasciarla sempre libera nella sua stanza, tuttavia il mio compagno, vedendo che tende a far i bisogni soprattutto sul divano, non si fida dicendo che sporcherebbe ovunque. Vorrei quindi insegnarle a evitare questo comportamento per poterle lasciare più libertà, evitando incidenti diplomatici in casa. Lei ha qualche consiglio? Ho provato con i premietti, le ho messo giochini a disposizione ma sembra aver sempre bisogno di attenzioni e di qualcuno che giochi con lei per distrarsi..
    La ringrazio molto!

  3. Buongiorno a tutti,
    Ho una coniglietta di quasi un anno.
    Dopo la sterilizzazione e con un po’ di attenzioni piano piano si tranquillizzata molto, affezionata ed ha imparato anche a non rosicchiare tutto quello che trova ma solo i suoi giochini.
    Ho un unico grande problemino, nonostante sappia usare la lettiera e sa che deve usarla, ogni volta che non ci vede ( usciamo o saliamo nella stanza di sopra per dormire) lei va a fare la pipi fuori dalla lettiera davanti alla cucina ( dove la faceva sempre quando era piccina e non usava la lettiera) sembra quasi che lo faccia per richiamo o per dispetto perché poi una volta fatta fuori, torna a fare le altre nella lettiera….. Le ho provate di tutte ma non so come convincerla a non farla più fuori…. Avete qualche suggerimento?
    Grazie e buona serata

    Marco

  4. Caro Marco, forse non è un dispetto, ma più una troppo esplicita e smodata richiesta di attenzione.
    Se vuoi possiamo parlarne in consulenza privata, anche telefonica.
    Trovi i riferimenti sul sito, a fondo pagina o nei contatti con servizi e relative tariffe alla pagina http://www.addestrareconigli.it/servizi.

  5. Salve a tutti,
    abbiamo una coniglietta da ormai un anno.
    Nonostante la veterinaria stessa ci avverti del suo caratterino paperino, ci siamo armati di pazienza e dopo un po’ di tempo e diverse attenzioni e soprattutto la sterilizzazione
    ( consigliataci per motivi di salute), la nostra minnie si è addolcita ed affezionata molto, ha limitato notevolmente i danni da rosicchiamento ecc ed ha cominciato ad usare la lettierina….l’unico problema…. È che nonostante ci sia la lettiera e sappia come usarla e che va usata, sistematicamente ogni volta che usciamo o non siamo nel suo campo visivo, lei fa la pipi fuori sempre nello stesso punto ( davanti alla cucina) …. Mi ha ormai devastato il pavimento e onestamente non so più che fare, esiste un modo per deincentivarla a non fare la pipi fuori? Ogni volta che la fa nella lettiera gli si da il premio ma è inutile pare ce lo faccia per dispetto.
    Avete qualche consiglio per aiutarmi?

  6. Salve Carolina, tutti i conigli andrebbero sterilizzati.
    L’unica eccezione potrebbe essere rappresentata da conigli maschi single, che non entrano in contatto con nessun altro animale (non solo altri conigli) e che non danno segni evidenti di stress ormonale, quali marcature territoriali, aggressività, scavo o rosicchiamento intensivi, atteggiamenti di monta ecc.
    Nel caso di una coppia di conigli dello stesso sesso, la sterilizzazione è fondamentale per sperare che vadano d’accordo anche una volta diventati adulti e una volta maturati entrambi sessualmente.
    E’ molto difficile infatti far convivere serenamente due conigli dello stesso sesso; talvolta anche da sterilizzati si presenta continuamente una alternanza di periodi buoni e periodi di litigi. I conigli testa di leone poi tendono a essere iperattivi e ipervivaci, proprio come tratti caratteriali di razza. Speriamo che nel suo caso, vadano d’accordo senza tanti problemi, ma la sterilizzazione è assolutamente raccomandata!

  7. Salve, i conigli maschi vanno sterilizzati ? Ho due cuccioli di testa di leone maschi, ha qualche consiglio ? Come posso abituarli all uso della letteria e come faccio a farli abituare al contatto con le persone?

  8. Cara Belkys, probabilmente è un comportamento dettato dal bisogno di attenzione. Anche se ha una compagna, evidentemente è molto legato a te e per attirare la tua attenzione sporca qua e là. Infatti tu stessa dici che se ti dimostri arrabbiata (gli dai attenzione), smette, ma poi quando dimentichi o fai finta di nulla e lo ignori, ricomincia.
    Anche se ha a disposizione una compagnuccia e una bellissima stanza giochi, forse sei tu quella che cerca. Prova a giocare di più con lui, anche solo 5 minuti, ma un paio di volte al giorno e vedi se questo suo comportamento migliora.

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(obbligatorio)

(obbligatoria, ma non la vedrà nessuno)