Nov 202010
 

coniglio che fa i bisogni nella lettieraIl problema dei bisogni che il coniglio fa al di fuori della sua lettiera è senz’altro il più sentito da tutti noi padroncini. No?

Scommetto che un sacco di volte ti è capitato di accogliere il tuo amico peloso in braccio, coccolarlo sul divano o in poltrona e in un momento di relax sentire…  pssss o improvvisamente caldo e umido… 😐

Per non parlare delle palline che semina per casa! Yogurt in casa non lascia più alcuna pallina ormai, ma ho dovuto insegnargli a non farlo e ci è voluto qualche mese!

Come ho fatto? Il clicker training può aiutare anche in questo caso? La risposta è… CERTAMENTE SI’! 😉

Le palline dopotutto non rappresentano un grave problema, se non estetico. Sono tutto sommato subito secche e inodori, non macchiano e a loro modo sono quasi divertenti, ma quando il piccolo orecchiuto fa pipì su tappeti e divani non è più tanto divertente.

Cosa puoi fare? Per prima cosa devi diventare una maestra/un maestro di pazienza. Secondariamente devi passare del tempo ad osservare il tuo morbidone peloso. Non appena lo vedi avvicinarsi alla lettiera, clicca e ricompensalo affettuosamente.

Per i primi tempi (almeno un paio di settimane), posiziona una lettiera in un angolo della gabbia (ai conigli piacciono molto gli angoli) e comincia proprio da lì dentro: quando si avvicina alla lettiera, premi il clicker e offri un degno premio. Dopo qualche click capirà già che la lettiera è un’amica che lo aiuta a guadagnarsi un click e un premio.
Ancora qualche click e il coniglio ci salterà dentro (io scrivo supponendo che stai partendo completamente da zero, ma magari il tuo coniglio già lo fa) e anche in quel caso… click e premio.
Così facendo, il coniglio associa la lettiera a qualcosa di positivo, che gli permette di ottenere una gustosa ricompensa e impara a collegare che fare i suoi bisogni lì dentro è una cosa buona e giusta.
Non passerà molto tempo prima che si abitui a fare i suoi bisogni solo nella lettiera e non più in giro per casa.
Un suggerimento che ti do è quello di collocare, per un paio di settimane, qualche lettiera negli angoli delle stanze principali in cui lasci circolare in libertà il coniglio. Così ritroverà lo “strumento” a cui è abituato anche nel soggiorno.
Mi chiederai: ok, io gli insegno a fare i suoi bisogni nella lettiera, ma non a NON farli in casa. Come risolvo questo problema?
Ricordati sempre che il clicker si usa  SOLO per premiare comportamenti positivi e  NON, al contrario, per marcare atteggiamenti errati.
Atteggiamenti positivi meritano il click e il premio, atteggiamenti sbagliati non portano ad alcun risultato.
Per questo all’inizio ho parlato di pazienza e spirito di osservazione: cliccare e premiare l’animale ogni volta che si avvicina, entra o fa i suoi bisogni nella lettiera, significa educarlo a farli solo lì. Se capita che li faccia in giro per casa, niente click e niente premio.
Forse ti sembra complicato, ma tieni presente che i conigli, quasi naturalmente, sono portati a fare i propri bisogni in angoli riservati.
Stai sicura/o che anche prima di quanto pensi, grazie al clicker, il tuo amichetto imparerà a non lasciare ricordini per casa (tolta qualche pallina che può  sempre scappare).
Buon addestramento con il clicker training! 😉

Leggi anche:

  41 Responses to “Come educare il coniglio a fare i bisogni nella lettiera con il clicker”

Comments (41)
  1. Cos’è un clicker? Grazie

  2. Cara Alessandra, le tue intenzioni e la tua predisposizione erano assolutamente buone e corrette.
    Ritengo che il coniglio sia in fase di sviluppo sessuale, motivo che lo porta a marcare il territorio intorno a sé senza remore e più del dovuto.
    Con la sterilizzazione, comunque in ogni caso raccomandata per il suo benessere, la situazione dovrebbe risolversi spontaneamente, fatta magari eccezione per qualche pallina che potresti ancora trovare qua e là, ma dovrebbe risolvere completamente il problema pipì.
    Ti consiglio di consultare al più presto un buon veterinario esperto in esotici per discutere della sterilizzazione.

  3. Buona sera ho preso da circa 7/8 giorni un coniglio nano. Stupidamente ho pensato che potesse imparare sola a gestire i suoi bisogni non ho voluto comprare una gabbia( non mi piace L idea di rinchiudere un animale) e così ho comprato una lettiera ,ho creato un angolo con tutto L occorrente all interno della camera. I primi giorni era tutto ok faceva i suoi bisogni all interno della lettiera solo qualche pallina qua e là per la camera ma adesso la situazione è diventata insostenibile perché più che fare cacca ovunque fa pipì per tutta la camera soprattutto sul letto portandomi quindi a dover cambiare lenzuola e coperta anche 3 volte al giorno. Oggi ho comprato la gabbietta almeno per la notte o quando non sono a casa ma mi sembra una cosa bruttissima e soprattutto vedo che è triste. Come posso insegnarle a fare i suoi bisogni all interno della gabbietta in modo da lasciarla sempre aperta e permettendole di uscir ogni volta che vuole? Lo so ,ho sbagliato in partenza..pensavo di fare una cosa giusta e alla fine probabilmente L ho traumatizzata più del dovuto. Vi chiedo cortesemente di aiutarmi. Grazie mille

  4. Cara Melania, non c’è una vera risposta unica e definita per la tua domanda. Diciamo che potrebbe essere che il coniglietto essendo ancora molto giovane sta ancora imparando dove lasciare i propri bisogni e quindi l’uso della lettiera. Questa cosa potrebbe con il tempo migliorare o peggiorare a seconda del carattere e della pressione ormonale nel momento della fase dello sviluppo.
    Le feci se anche le lascia fuori dalla lettiera mi viene da dirti che non è grave (l’urina sarebbe peggio, in termini di gestione e rieducazione); puoi sempre raccoglierle con uno scopino e una paletta e provare a mettergliele in lettiera per marcarla meglio, in modo da fargli sentire bene il suo odore lì.
    Quanto alla consistenza, può essere normale trovarne di più morbide al mattino presto: 1- perché spesso si dà una porzione di verdura la sera prima di andare a letto e questa può ammorbidire le feci, soprattutto se si tratta di insalata tenera (come lattuga o novella, che sarebbe meglio evitare per altro); 2- perché di notte avviene la seconda digestione del coniglio che al mattino lo porta a produrre il ciecotrofo. Tecnicamente non dovresti nemmeno vederli, perché i conigli li prelevano direttamente dall’ano prima che tocchino terra, ma se per vari motivi li lasciano puoi appunto trovarli per terra.
    Se ti capita spesso, chiedi un consulto al veterinario. Se invece è una cosa che succede sporadicamente, porta pazienza: man mano che cresce questa cosa dovrebbe “andare a posto” da sola.

  5. Buongiorno…ho un coniglietto nano di nome piff da una settimana…ha circa due mesi!!ha imparato ad usare la lettiera che tengo in un angolo della gabbietta (sempre aperta) vicino al fieno.Nella lettiera fa sempre la pipi e spesso la cacca che alcune volte fa anche nella gabbietta..solitamente entra ed esce quando deve fare i suoi bisogno ma di notte alcune volte tende a fare la cacca (certe volte anche piu morbida del solito) tutto intorno alla gabbia o sul ponticello che ha per entrare nella gabbietta…come posso fare??grazie

  6. Ti ringrazio tantissimo. Per cominciare le ho ridotto gli spazi esplorabili, ho aumentato il numero delle lettere. E ogni tanto come esercizio facciamo il giro di queste armati di clicker e premietto. La cosa sembra andare un pochino meglio, anche se continuò a trovare regalini ovunque. La cosa paradossale è che li trovo di fianco alle lettiere! per la pipì è decisamente più brava. Ne ha mancate giusto 3 in 5 giorni.

    Grazie ancora.

    Manuela

  7. Cara Manuela,
    sicuramente l’ideale sarebbe spostare la mangiatoia del fieno proprio sopra la lettiera, perché ai conigli piace smangiucchiare mentre producono i propri bisogni. Non è una questione di comodità in effetti, ma un retaggio istintuale per cui fare due cose contemporaneamente gli evita di di dover fare attenzione due volte e, essendo prede, ridurre e minimizzare i rischi è certamente la cosa che gli offre le migliori garanzie di sopravvivenza.
    Considera che si sta pian piano avvicinando anche all’età della maturità sessuale e allo sviluppo ormonale, ma anche che tu le hai offerto da subito tantissimo spazio che deve marcare per renderselo famigliare e affidabile.
    Col tempo dovrebbe smettere di marcarlo, ma – sempre col tempo – si avvicinerà sempre più allo sviluppo ormonale.
    Insomma, fino a che non sarà pronta per la sterilizzazione dovrai portare un po’ di pazienza.
    cerca di premiarla ad ogni interazione positiva che ha con la lettiera e se lascia pipì o cacche in giro prova a raccoglierle e riporle in lettiera, in modo da marcare quella con il suo odore.

  8. Ciao Romy, da pochi giorni abbiamo adottato una coniglietta nana, Cloe, di circa 2 mesi, 2 mesi e mezzo. Ho letto di tutto prima di farla entrare in casa per cercare di non sbagliare, non essendo esperta di lapini. Il problema forse è che ho letto troppo ed ora sono veramente confusa su come rapportarmi col problema lettiera.
    La questione è questa, il primo giorno, sicuramente sbagliando, l’ho lasciata gironzolare per una buona parte della casa, in cui ovviamente ha depositato decine di palline. Poi ho ricordato tra le varie letture fatte, che qualcuno consigliava di tenerla chiusa nella gabbia per i primi 3/4 giorni al fine di farle comprendere quale che fosse realmente la sua tana.
    Chiaramente tutto il giorno chiusa non ce la faccio a tenerla, mi si stringe il cuore, però come la faccio zompettare un po’ fuori, solo in una stanza ben delimitata, comincia a lasciare palline ovunque. Inizialmente una o due, poi scariche da 10 palline.
    Inoltre nonostante sia stata a guardarla a lungo, onestamente non sono riuscita a capire quando sta per fare pupú, di solito la lascia mentre saltella, una qui è una li, mai in un angolo preciso, bensì dappertutto, dove capita, direi che la fa ovunque si trovi se le scappa. Per la pipì invece forse ho identificato il momento, ma non ho capito esattamente come fare a farle capire che invece di farla lì dove si trova deve andare nella lettiera, dove per altro ne ha già fatte altre. La dovrei prendere al volo e portarla nella lettiera? Non credo sia questo il metodo in effetti.
    Nella gabbia, da un lato ho messo una cassetta per la toilette con pellet sul fondo è un po’ di fieno in un angolo. Non è che non la usi del tutto, qualche pipì e qualche pallina dentro ce le fa, ma dopo un po che la faccio uscire, che abbiamo giocato, fatto le coccole e mangiato qualche fogliolina e carotina fresca comincia a depositare.

    Il porta fieno l’ho messo dal lato opposto rispetto alla cassetta a dei bisogno, forse devo spostarla sopra la toilette?

    Hai qualche suggerimento da darmi? In cosa sto certamente sbagliando?

    Ti ringrazio in anticipo per l’aiuto che potrai darmi.

    Manuela.

  9. Io te lo sconsiglio Nicoletta, perché rischieresti di perdere l’occasione di poterlo usare poi anche con quella “brava”.
    Ricordati che qualche pallina i conigli tendono sempre a farla fuori, in qua e in là. Soprattutto quando sono in coppia e a maggior ragione se sono dello stesso sesso.
    Se non ne lasciano in giro a mucchi, non è qualcosa che va necessariamente corretto. Basta solo passare con l’aspirapolvere o uno scopino e buttare via.
    Diverso è se facesse anche pipì o se le feci lasciate fuori dalla lettiera fossero davvero tante.
    Ad ogni modo ti consiglio di provare a raccogliere per buttarle in lettiera, in modo che la coniglietta senta il proprio odore nel posto giusto e sia invogliata ad usarlo (la lettiera).
    E se hai proprio bisogno di correggere questo comportamento, ti consiglio di usare solo i premi in questo caso.

  10. Ti ringrazio per la risposta ma ho un ultimo quesito in proposito all’uso del clicker per abituare i conigli a fare i bisogni nella lettiera.
    Nel mio caso visto che una coniglietta non lascia “regalini” in giro per casa, se usassi il clicker solo con l’altra coniglietta potrebbe essere una buona soluzione oppure no?
    Naturalmente so che in questo caso non dovrò mai addestrare la prima coniglietta con il clicker

    Grazie
    Nicoletta

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(obbligatorio)

(obbligatoria, ma non la vedrà nessuno)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Anche per il 2019 Addestrare Conigli ha pensato di accompagnarti
per tutte le 52 settimane del nuovo anno con l'AGENDA 2019
e per tutti i 12 mesi con il CALENDARIO !
Agenda in formato 22×17,  20 euro.
ESAURITO Calendario a parete, formato A4, 10 euro. ESAURITO
Ordina le tue copie a [email protected]
L’intero ricavato sarà destinato alla gestione e al mantenimento del Santuario di Yogurt. 

Agenda e calendario 2019

Popups Powered By : XYZScripts.com