Gen 282020
 

I conigli sono istintivamente portati a sporcare negli angoli, perché ciò gli permette di avere le spalle coperte e per un animale preda puoi immaginare quanto questo sia importante.

Sporcare negli angoli gli consente una maggiore tranquillità, perché non si devono preoccupare di cosa succede dietro di loro, pertanto possono dedicarsi contemporaneamente anche a mangiare, ottimizzando i tempi e “rilassandosi” un pochino.

Quando accogli il coniglio in casa per la prima volta, può essere normale per lui spargere in giro le proprie feci per marcare il territorio nuovo: questo fa sì che conosca l’ambiente in cui si trova, che gli attribuisca il proprio odore e che lo renda riconoscibile e sicuro per lui. Può anche capitare che marchi il territorio con l’urina, più spiacevole per noi umani da pulire, ma sempre fondamentale per il coniglio.

L’ideale sarebbe quindi posizionare la cassetta igienica con la lettiera nell’angolo o negli angoli che il coniglio sceglie spontaneamente. Questo è a volte compatibile con la gestione degli spazi e degli arredi, mentre altre volte no. Capita infatti che il coniglio decida di fare i propri bisogni davanti allo sportello del frigorifero, perché gli è comodo (in quanto ha capito che il cibo è conservato lì).

Laddove non sia possibile posizionare la lettiera negli angoli e la si debba posizionare altrove, o comunque per insegnare al coniglio a usare la lettiera, puoi provare a mettere in pratica queste semplici tecniche:

Raccogli palline e urine e marca la lettiera

Raccogli con della carta assorbente l’urina che trovi in giro e le eventuali palline di feci e metti tutto in lettiera, dove vorresti che il coniglio accumulasse i propri bisogni. In questo modo, marcherai la lettiera con il suo odore e lo aiuterai a riconoscere la lettiera come il luogo espressamente dedicato ai suoi bisogni.

Non continuare a pulire

Evita di continuare a pulire laddove il coniglio sporca: il coniglio sta marcando il territorio imprimendogli il proprio odore; più tu pulisci, più riduci l’odore che faticosamente il coniglio ha lasciato, più lui è costretto a marcare di nuovo.
Questo non significa certamente che devi vivere tra palline e pipì, ma piuttosto puoi scegliere di usare solo acqua tiepida senza detergenti profumati o odori molto forti e persistenti per detergere le zone interessate.
Poiché l’urina del coniglio può macchiare o rovinare il pavimento, puoi proteggere temporaneamente il pavimento stesso, se il coniglio sporca più o meno sempre nello stesso punto, con un tappetino igienico assorbente. Per pulire, se la tipologia di pavimento che hai te lo permette, puoi usare un anticalcare non profumato o dell’acido muriatico diluito (evapora molto velocemente quindi non rappresenta un problema se hai bimbi piccoli che gattonano o per il coniglio stesso).

lettiera con porta fieno

Carolina, di Rachele

Pappa e Toilette nello stesso punto

Sistema la lettiera a contatto o appena sotto la fieniera: come ti spiegavo all’inizio, ai conigli piace mangiare e fare i propri bisogni contemporaneamente, perché li aiuta a ottimizzare i tempi e a rischiare di meno la pelle. 
Se posizionerai il porta fieno proprio sopra la lettiera, il coniglio potrà mangiare ed evacuare senza doversi spostare, e questo aiuterà lui a sentirsi più sicuro e a imparare dove lasciare i propri bisogni e te a gestirlo quotidianamente.
Potresti addirittura sistemare il fieno e/o le verdure nella lettiera stessa.

due conigli in lettiera

 

Sterilizza

A volte il problema non è solo che il coniglio è appena arrivato a casa e quindi deve marcare il territorio nuovo per ambientarsi al meglio.
A volte le marcature sono una questione fisiologica: può capitare infatti che un coniglietto sempre stato bravissimo nell’usare la lettiera, improvvisamente, cominci a sporcare dappertutto. Se è un coniglio in fase di sviluppo sessuale, quindi che ha tra i 3 e i 6 mesi, è del tutto normale che si metta a marcare il territorio. Sono gli ormoni che lo fanno comportare così! Quindi non arrabbiarti e non sgridarlo, perché non servirebbe a niente. Piuttosto, pensa al suo benessere in primis, e consulta un buon veterinario esperto in esotici per programmare la sterilizzazione. Dopo l’intervento, gli ormoni vengono smaltiti gradualmente, ma dovresti cominciare quasi da subito a vedere i primi miglioramenti.

Altri animali

Più o meno la stessa situazione può verificarsi se accogli un coniglio in casa e hai già altri animali, oppure se accogli in casa un nuovo animale quando hai già un coniglio. L’ideale sarebbe che tutti gli animali che frequentano la casa fossero sterilizzati, perché agendo sugli ormoni si va a inibire (in parte) la territorialità e la possessività, quindi a ridurre o eliminare le marcature e, molto spesso, anche a migliorare i rapporti tra gli animali stessi.

A mali estremi…

Un ultima tecnica che puoi provare a usare, ma che dovrebbe essere lasciata assolutamente per ultima e meglio se non adottata fai-da-te, ma consigliata da un esperto, è quella del confinamento temporaneo.

Può capitare infatti che un coniglio, da sempre bravo con la lettiera, cominci a sporcare in giro per casa, apparentemente senza spiegazione.

Una spiegazione c’è sempre, anche se non è sempre facile comprenderla. Sporcare in giro è sempre un segnale di disagio, soprattutto in conigli che non lo hanno mai fatto prima. Potrebbe essere esserci una patologia fisica dietro questo comportamento, quindi è fondamentale consultare il proprio veterinario esperto in esotici di fiducia per qualche accertamento sullo stato di salute del coniglio, prima di intraprendere altre strade.

Se a carico della salute non risulta proprio nulla, allora si può consultare un esperto del comportamento o un operatore certificato nell’etologia delle relazioni con gli animali (io stessa sono una di essi), per provare a capire insieme quale può essere il disagio sottostante, cosa sta cercando di dire il coniglio sporcando in giro. 

L’ultima spiaggia può essere quella di confinare il coniglio in un recinto o in gabbia per un paio di giorni (non di più), per costringerlo a sporcare in un punto e provare a fargli riacquistare l’abitudine all’uso della lettiera.

Leggi anche:

  3 Responses to “Come insegnare al coniglio a usare la lettiera”

Comments (3)
  1. Ciao Barbara, dipende da quanto tempo è con te la coniglietta Nina e soprattutto dal fatto che a 3 mesi è in via di sviluppo sessuale, quindi è normale che sporchi in giro. Lo fa per marcare il territorio.
    Usare la stessa lettiera del coniglio precedente non è sbagliato, perché potrebbe aiutarla anche a marcare proprio quella. Dipende molto da coniglio a coniglio (in alcuni casi per esempio, se il coniglio sente l’odore di quello precedente, evita i suoi oggetti come la peste…).
    Io ti consiglio di usare le tecniche che ho suggerito nell’articolo e di cominciare a pensare alla sterilizzazione, consultando un buon veterinario esperto in conigli.

  2. Ciao sono barbara ho una coniglia ariete di nome Nina ha 3 mesi e mi sporca fuori dalla lettiera non capisco il perché è possibile che ho riutilizzato la stessa lettiera del coniglio precedente grazie

  3. Ciao Romy,
    anche se la mia piccoletta fa quasi tutti i bisogni in lettiera, ritengo l’articolo utile ed interessante. In effetti qualche pallina la trovo in giro nella sua stanza, sui tappeti dove pisola… ma più che altro ritengo sia per pigrizia: se me sto a rilassà perchè devo saltellare nel cessetto? Per la pipì invece mi fa morire dal ridere perchè anche se è in giardino corre dentro per farla…:) Grazie mille, ricambio l’abbraccio.

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(obbligatorio)

(obbligatoria, ma non la vedrà nessuno)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.